Archive from novembre, 2016
Nov 25, 2016 - Senza categoria    No Comments

SI o NO?. Un quesito che avvalora la confusione che regna in questa POVERA ITALIA senza identità alla mercè di una marea di BULLI polliticanti,opinionisti e costituzionalisti che confondono i privilegi coi diritti

Meglio SI-NO a quando i politicanti riusciranno a imbambolare e infinocchiare il Popolo Italiano?
E’ salutare tenere a mente, sempre, il punto di partenza di ogni discorso riferito all’amministrazione pubblica che è : POTERE=POLITICA, POLITICA =POTERE.
Ricordiamoci che pochi sono i cittadini che investiti del ruolo di far la cosidetta politica riescono a interpretare le istanze della volontà del popolo.
Oggi si straparla sul referendum per la modifica di alcuni articoli della Costituzione e da un mio piccolo personale sondaggio i giovani voteranno NO.Effetto della propaganda 5stelle a cui si fa riferimento per un cambiamento.
Non sanno i giovani, però, che nulla modificando, nulla cambierà in quanto se domani i 5stelle andranno al governo avranno la strada sbarrata per ogni cambiamento della BUROCRAZIA che è la principale nota dolente di questa povera italia destinata al FALLIMENTO. La BUROCRAZIA che è l’Istituto per controllare
tutti i meccanismi economici, istituzionali,culturali, è diventato un MOSTRO che violenta,assalta, distrugge, avvilisce i cittadini migliori che motivati dallo spirito creativo e costruttivo cercano di dare SENSO a una società , quella italiana, che si trascina nuotando in un mare di contraddizioni di ogni genere compresa quella ESISTENZIALE.
Alcide De Gasperi , indubbio patriota e grande Statista , è stato investito della carica di Presidente del Consiglio per ben 7 volte consecutive prova che tutte le BUONE INTENZIONI erano legate alla accondiscendenza degli stupidi calcoli partitici e non dell’interesse del POPOLO che votando D.C. vedevano in questo cittadino doti morali e culturali adatte per operare per il BENE COMUNE. Già dall’entrata in vigore della Costituzione era evidente l’ANOMALIA del grande potere dei partiti che determinavano la durata dei governi eletti dal Parlamento e non dal popolo e che il De Gasperi aveva proposto di correggerne il sistema elettorale assegnando il premio di maggioranza del 65% al partito o lista di partiti associati. Una esperienza che durò un anno in quanto nel 1954 fu revocata. Il De Gasperi fu messo da parte grazie al sistema degli accordi di “corridoio” che anche oggi è in adozione e che è stato il METRO di amministrare portando al disastro sia morale che amministrativo un’ Italia sempre più divisa e senza identità.
Un sistema Parlamentare che ha portato al potere i vari Andreotti, i Craxi, i Di Pietro, i Berlusconi, i Monti. Tutti personaggi alquanto misteriosi, indefinibili, mai in sintonia con la maggioranza del popolo di cui ne stravolgevano le aspettative. Il Monti, in un anno di mandato,non eletto dal Popolo , è passato alla storia come l’artefice della distruzione del sistema economico italiano.

Urgono, quindi, riforme radicali, equilibrate. E solo un sistema forte può assicurare un metodo, un programma, una continuità dove la Proposta di cambiamento sia chiara e sia indirizzata a smantellare quella ingiustizia sociale causata dall’ immane BUROCRAZIA SUPERPAGATA quanto inutile, inefficiente e anzi DANNOSA.

Di uomini di valore, di patrioti, l’Italia è piena e assolutamente non sono da ricercare tra gli uomini di spettacolo,politicanti di ogni specie, manager di grandi imprese o affaristi o GIUDICI o MAGISTRATI il cui percorso di formazione porta nel loro cervello ad assaporare esperienze di un mondo artificiale lontano da quei valori veri a cui la natura umana è tenuta ad osservare per la gioia di vivere in sintonia con le leggi universali che non necessitano essere scritte.
Siamo oggi martellati da una marea di nullafacenti, improduttivi opinionisti. Quale il vantaggio di questa enorme flotta certamente costosa quanto inutile.?
Non uno spettacolo , bensi un degrado che molti acclamano come un esercizio di democrazia. Una enorme dispendiosa macchina da guerra di ingannatori che si alternano nelle centinaia testate pubbliche e private della carta stampata e delle TV proponendo il loro scibile logorroico come un elemento necessario e di progresso.
Il gruppo 5stelle,se ancor pure giustificabile e la cui formazione ed esistenza si impone come una novità proiettata al cambiamento, è però timido quanto confusionario specialmente nel proporre una visione o sistema ETICO e di identità di nazione, di un ORDINE SOCIALE. Anch’essi seguono l’andazzo del CLIENTELISMO tutto proiettato al consenso:solidale con tutti, accontentare le tendenze, le deviazioni di ogni genere compresi i comportamenti nocivi di carcerati che ben meritano la morte.

Il Berlusca, mitico quanto nocivo modello ed esempio di uomo sapiens, invita al No mentre ieri era per un sistema maggioritario. Tutti contro tutti , in un vortice demoniaco alla ricerca di consensi per poi poter spadroneggiare secondo quelle logiche di potere fine a se stesso conservando e distribuendo privilegi per se e per una casta ristretta cieca e ottusa dove non c’è posto al dolore e ai disagi dei cittadini che , sempre, speranzosi continuano a dar credito ai tanti MUMMIFICATI che senza anima e sentimenti, grassi e imbellettati, si aggirano per le stanze del POTERE.

5 Dicembre, è da ricordare come una delle tante date fatidiche e infauste giornate della storia di questa tormentata Repubblica Italiana che Massimo Bordin che alle 9 dell’8 dicembre si preparava alla lettura dei giornali per conto di RADIO RADICALE; testualmente definisce con un eloquente concetto sul marasma che regna in questa POVERA ITALIA. Dice PASSIAMO A LEGGERE TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO.
Purtroppo il nostro giovane, dinamico e diciamo onesto Renzi non è stato capito dagli italiani. Colpa sua perchè in due anni non ha fatto nulla per compiacere e ascoltare le lamentele dei giovani e di tutto un popolo che vive nel disagio e che ha con le Istituzioni un rapporto conflittuale. Certamente non sereno come in una partita doppia contabile in cui il DARE E AVERE operano e vivono chiari e sereni.
Il progetto di Renzi era anche condivisibile e anche augurabile nella sua FORMA. Ma inattuabile nella realtà , prematuro per operare quella opera di bonifica e di risanamento che le ISTITUZIONI necessitano spazzando via quella moltitudine di loschi quanto lugubri personaggi che si aggirano nei palazzi del comando traendo vantaggi solo personali a scapito e danno di una comunità sempre più soggiogata dai messaggi falsi lanciati in difesa di una DEMOCRAZIA e LIBERTA’ ahime’ subdola quanto inesistente e a cui gran parte del POPOLO ITALIANO dà credito. I morti suicidi per disperazione perchè perseguitati dallo stato in quanto rei di evasioni o omissione di versamenti di tasse lo dimostrano , ma anche gli imprenditori braccati e perseguitati dai segugi di un sistema di controlli pesantemente sanzionatori sono tutti li che attestano e giustificano i tanti cittadini che fuggono da questa povera Italia dove domina ogni sorta di ingiustizie.
La Repubblica Italiana cosi strutturata è peggio della monarchia borbonica che si è conclusa con la decapitazione di Luigi XVI e di migliaia di aristocratici.Sotto diversa forma la Repubblica Italiana ha generato , in 70 anni, una immensa categoria di privilegiati, di nullafacenti, che oscura il numero di aristocratici francesi del settecento. A mia memoria il paese di OSSI e ancor più la città di Sassari non ho nessun ricordo di principi,marchesi e conti.Solo qualche povero titolo di DON i cui titolati si identificavano con grandi possidenti di terre. OGGI, ahimè i nuovi ARISTOCRATICI sono tanti, innumerevoli si contano a SASSARI e anche nel piccolo paese di OSSI.
Ieri infermieri o impiegati o sindacalisti, OGGI per aver scaldato la sedia dei posti di comando gli sono stati attribuiti ogni sorta di rendite che fanno arrossire i più quotati antenati cugini ARISTOCRATICI BORBONICI del grande RE SOLE.
ROTTAMARE,RIPULIRE,sono le due parole da adottare da qualsiasi cittadino che si candida ad amministrare la RES PUBBLICA, onde dare priorità alle cose primarie come la FAMIGLIA e la gestione del territorio mettendo in sicurezza la viabilità impossibile da percorrere in quanto piene di buche e ripulirla da erbacee che degradano l’ambiente e dove si annidano ogni genere di sporcizia.
Il popolo necessita e si accontenta di poche cose, di pochi servizi ma efficienti. Rimpossessarsi dei tanti capitali assegnati senza criterio,.Ridistribuire con criterio il danaro è un atto scritto nella COSTITUZIONE. Ogni cittadino ha l’obbligo di concorrere alla salute della REPUBBLICA secondo le proprie possibilità. La Repubblica che si svena per creare nuovi ricchi a spese dei servizi commette un ILLECITO. Tutti i cosiddetti DIRITTI ACQUISITI sono ILLEGALI, non hanno fondamento e sono contro ogni legge o regola naturale della SOLIDARIETA’. Che senso ha coprire di danaro una MUMMIA come i tanti vecchi accreditati come servitori della REPUBBLICA ITALIANA?

POVERA ITALIA dove opera un numero sempre più grande di nullafacenti quanto inutili personaggi come Travaglio che forti di una dialettica esplodente quanto prolissa , logorroica è solo e un buon maestro di decadenza ritagliandosi un seguito importante che pende dalla sua bocca. Sveglio, brillante quanto impenetrabile e squallido esempio di maschio dai lineamenti antichi di parruccone cortigiano.
Crotza di LA 7 divertente e satirico e anche lui grande manipolatore delle deboli quanto volitive coscienze italiche è entrato con la sua doppia veste di satirico e di recitante nelle grazie degli ascoltatori ritagliandosi un ruolo che purtroppo ha una percentuale di incidenza nella formazione delle opinioni degli ascoltatori incidendo in maniera devastante contro il CAMBIAMENTO proposto dal giovane Renzi. Spesso non satira quella di Crotza ma veri atti di bullismo che si materializzano nell’ evidenziare,amplificare, creare e appiccicare aspetti o difetti fisici al malcapitato di turno come Papa Bergoglio , del giornalista Mentana etc.. Al limite del buon gusto, della buona creanza, di quello che è rispetto della persona. E’ indubbio che la risata necessita e presuppone la violenza , lo screditare, il ridicolizzare tutte giustificate con la parola BONARIO. Se ripetitiva e alla lunga indubbiamente diventa persecuzione, come detto una forma di BULLISMO a meno che il preso di mira si presti al gioco e anzi possa essere interpretata una forma di PUBBLICITA’. Le sfumature in questo caso sono tanto numerose quanto i protagonisti. In ITALIA tutto può essere oggetto di dissacrazione. Certamente altri stati dove vigono diverse forme di amministrazione certe manire di spettacolo o di espressione non lo consentono. Immaginiamo Crotza in altri stati sberleffare Putin, Erdogan, lo stesso Maometto o il Principe dell’Arabia.
Il minimo gli raderebbero la testa pelata.
Il lettore dirà che sono andato fuori tema. Cosi non mi sembra in quanto certe tematiche sono tutto materiale utile per capire le ambiguità, gli eccessi , gli estremismi in cui si vive in questa POVERA ITALIA dove tutto viene permesso e tutto viene negato. Povero cittadino italiano che non ha santi in paradiso. Nel qual caso il cittadino assapora ogni sorta di ingiustizia con un destino segnato che solo la più abominevole DITTATURA è capace.