set 17, 2016 - Senza categoria    No Comments

CARLO AZEGLIO CIAMPI E’ MORTO

Condoglianze ai parenti. Un uomo come tanti altri con un quoziente di cosidetta intelligenza in più della mia. Con la differenza che la mia azienda il 16 di ogni mese ha l’onere di compilare l’F24 e versare contributi tot per l’Erario,tot per l’INPS,tot per le Regioni,Tot per il Comune. Ha rivestito la carica più importante della Repubblica Italiana senza lode e infamia.Ha dato il suo contributo men meno alla pari di un insegnante o di un netturbino.Un’iperbole? Punti di vista in quanto per me cittadino certi lavori pagati all’insegnante e al netturbino sono un bell’investimento in quanto mi ritornano come servizi. Quello dei politicanti spesso mi ritornano DANNOSI per la tasca e per l’equilibro psico fisico mio personale come di milioni di imprenditori che hanno a che fare con il fisco, un miserabile quanto opprimente strumento imposto per far vivere tutta la BUROCRAZIA nel lusso .Per le sue mansioni di DIRIGENTE è stato retribuito secondo i parametri vigenti in uso nello Stato Italiano con tanti e tanti danari. Tanti, tanti danari per un uomo che nulla ha fatto per le generazioni future, per i tanti giovani che aspettano un lavoro o per quelli che lo hanno non sufficiente per formarsi una famiglia. Non piangiamolo in quanto non ha mai messo in discussione, nè lo abbiamo sentito ragionare sulla sua retribuzione , e non si è mai chiesto per quale motivo molti cittadini devono vivere con 500 euro al mese e Lui con i suoi amici debbano essere ricoperti di danari senza limiti. VOTO 5 come politico.Voto 6 per la sua carcassa. Voto 8 per le sue conoscenze. Voto 4 per aver sprecato e gestito male il talento del quale madre natura lo aveva dotato a gratis.

ago 27, 2016 - Senza categoria    No Comments

L’Europa da rifare con 6 nazioni e con lo spirito dei sei pionieri

Joseph Bech(Lussemburgo) Konrad Adenauer(Germania) ,Johan Beyen(Olandese) ,Alcide De Gasperi(Italia), Robert Jean Monnet(Francia- Non ci sarà mai pace in Europa se gli stati non si ricostituiranno su una base di sovranità nazionale),Robert Schuman(Francia),Paul-Henri Spaak(Belgio),
Sono i sei uomini , appartenenti alle sei nazioni che nell’arco di 30 anni tra il 1914 e il 1944 hanno conosciuto morte, ogni sorta di violenze e distruzione delle città, che inorriditi da cotanta ferocia hanno pensato di proporre la federazione degli stati sovrani.. Le guerre come si sa vengono sempre scatenate dai cosi detti politicanti che con il favore del popolo prendono il potere. E quando conseguono risultati economici positivi, spesso si esaltano a tal punto da uscire dalla realtà e incontrastabili e incontestabili si autoconvincono di essere onnipotenti o investiti di un ruolo guida al pari di un MESSIA . Il MESSIA un’idea fissa della nostra cultura di derivazione biblica che assume le più svariate interpretazioni nelle diverse religioni e che ancor oggi riscuote una forte attrazione specialmente quando si incunea in certi poveri cervelli e che puntualmente diventano un pericolo per il genere umano.
I nostri sei uomini conoscevano bene le dinamiche del Potere e della Politica che slegate da un certo contesto culturale portano sempre alla PAZZIA e che io riassumo in un concetto matematico con la seguente proporzione– Politica:Ideologia=Potere:X. Sono le tre costanti, non di valore matematico, ma di valore etico che regolano la vita dei popoli. Quando l’operazione viene svolta con negligenza e ancor più con incompetenza l’ incognita della X porta i seguenti risultati negativi : morte violenta , GUERRE, tasse,pressione fiscale,povertà,razzismo, disuguaglianze, violenze, limitazione delle libertà, DISTRUZIONE DELLA FAMIGLIA, DROGA, illegalità,consumismo,promiscuità, criminalità, distruzione dei valori e dei principi,avidità, materialismo,DISTRUZIONE DELL’AMBIENTE.
I sei uomini avevano chiara l’idea di come si usano gli strumenti della politica e del potere. Sei uomini che hanno interpretato i segni della provvidenza per porre definitivamente una pietra sui nazionalismi estremi a favore di una federazione degli stati.
L’impronta di quegli inizi è rimasta nel mio subconscio in maniera positiva apprezzandone e condividendone il fitto dialogare incisivo e costruttivo. Ero molto giovane ma di rimando sentivo un clima di sano e contenuto entusiasmo. Nel mio cuore condividevo e apprezzavo il progetto di essere Sardo/Italiano e ora anche Europeo come ai tempi di CARLO MAGNO.
Scomparsi i sei uomini la gestione dell’iniziativa dell’UE passa in mano ad altri uomini complicandone sempre di più lo spirito e lo scopo allargando insensatamente agli altri paesi. Un errore fatale che ha contribuito a far dimenticare le motivazioni di unione dei pionieri che pensavano a una Europa Federata con una volontà politica UNICA ad iniziare dalla libertà della circolazione delle merci e delle persone per poi passare gradatamente a temi più impegnativi nell’intento di trovare un equilibrio economico e sociale. L’ entrata in vigore di limiti di produzione ad allevatori e agricoltori sono stati i primi segnali negativi . Oggi , a distanza di 60 anni il sottoscritto si ritrova deluso e si fa sempre più vivo il convincimento che l’Unione Europea è diventato un gruppo disordinato di associati non si capisce con quali finalità e che ha creato un sistema di uffici di amministrazione elefantiaco che certamente assorbono costi pesanti senza nessuna ricaduta di un qualche beneficio.

Eliminare certi meccanismi frenanti, burocratici non è facile. E cosi pure era ed è necessario individuare e rafforzare quello spirito europeo presente nei cittadini ma alquanto labile e suscettibile di paure tutte da identificare e poi rimuovere attraverso un’adeguata informazione. Stupiscono i cittadini svizzeri che attraverso un referendum si sono pronunciati contro i frontalieri italiani che giornalmente si recano in Svizzera per ragioni di lavoro. C’è indubbiamente da interrogarsi e cercare le motivazioni per tale atteggiamento di rifiuto. Forse che gli Italiani non rispettano le regole vigenti? Cosa si può rimproverare agli itineranti? Che tipo di fastidio per cui gli svizzeri si sentano infastiditi o addirittura minacciati? Il dato di fatto è il 58% della popolazione che è scontenta e che vuole risposte. Certamente alla base di tale scontento ci sarà una motivazione economica. Non può essere altrimenti dato che gli svizzeri hanno con gli italiani una parentela stretta condividendo origini religiose,storia, musica e filosofia che sono temi di grande effetto utili per tenere uniti.

Ora un progetto cosi ambizioso di un’EUROPA UNITA richiede una preparazione lunga di avvicinamento verso una integrazione simile a quella raggiunta da noi Italiani nella quale convivono 25 regioni che di già mal si sopportano una con l’altra prova ne siano i fermenti separatisti che a distanza di 150anni sono sempre vivi e vegeti. Fenomeni certamente di carattere egoistico che emergono in situazioni di crisi e favoriti dal MALGOVERNO.

IN LAVORAZIONE

Unione Europea
• Agenzia del GNSS europeo
• Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali
• Agenzia dell’Unione europea per la formazione delle autorità di contrasto
(fino al 30.6.2016: Accademia europea di polizia)
• Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza delle reti e dell’informazione
• Agenzia dell’Unione europea per le ferrovie
(fino al 14.6.2016: Agenzia ferroviaria europea)
• Agenzia di approvvigionamento dell’Euratom
• Agenzia esecutiva del Consiglio europeo della ricerca
• Agenzia esecutiva per i consumatori, la salute, l’agricoltura e la sicurezza alimentare
• Agenzia esecutiva per la ricerca
• Agenzia esecutiva per le piccole e le medie imprese
• Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti
• Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura
• Agenzia europea dell’ambiente
• Agenzia europea di controllo della pesca
• Agenzia europea per i medicinali
• Agenzia europea per la difesa
• Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne degli Stati membri dell’Unione europea
• Agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia
• Agenzia europea per la sicurezza aerea
• Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro
• Agenzia europea per la sicurezza marittima
• Agenzia europea per le sostanze chimiche
• Agenzia per la cooperazione fra i regolatori nazionali dell’energia
• alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza
• Autorità bancaria europea
• Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati
• Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali
• Autorità europea per la sicurezza alimentare
• Banca centrale europea
• Banca europea per gli investimenti
• Centro di traduzione degli organismi dell’Unione europea
• Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie
• Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale
• Centro satellitare dell’Unione europea
• Comitato delle regioni dell’Unione europea
• Comitato di risoluzione unico
• Comitato economico e sociale europeo
• Commissione europea
(fino al 30.11.2009: Commissione delle Comunità europee)
• Consiglio dell’Unione europea
• Consiglio europeo
• Corte dei conti europea
• Corte di giustizia dell’Unione europea/Corte di giustizia
(fino al 30.11.2009: Corte di giustizia delle Comunità europee)
• Eurojust
• Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro
• Fondazione europea per la formazione
• Fondo europeo per gli investimenti
• Garante europeo della protezione dei dati
• (impresa comune Artemis)
• impresa comune Bioindustrie
• impresa comune Celle a combustibile e idrogeno 2
• impresa comune Clean Sky 2
• impresa comune ECSEL
(sostituisce le imprese comuni Artemis ed ENIAC)
• (impresa comune ENIAC)
• impresa comune Fusion for Energy
• impresa comune IMI 2
• impresa comune SESAR
• impresa comune Shift2Rail
• Istituto dell’Unione europea per gli studi sulla sicurezza
• Istituto europeo di innovazione e tecnologia
• Istituto europeo per l’uguaglianza di genere
• Mediatore europeo
• Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze
• Parlamento europeo
• presidente del Consiglio europeo
• Servizio europeo per l’azione esterna
• Scuola europea di amministrazione
• Tribunale
(fino al 30.11.2009: Tribunale di primo grado delle Comunità europee)
• Tribunale della funzione pubblica
• Ufficio comunitario delle varietà vegetali
• Ufficio dell’Organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche
• Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale
[fino al 22.3.2016: Ufficio per l’armonizzazione nel mercato interno (marchi, disegni e modelli)]
• Ufficio delle pubblicazioni dell’Unione europea
(fino al 30.6.2009: Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee)
• Ufficio europeo di polizia (Europol)
(1.5.2017: Agenzia dell’Unione europea per la cooperazione nell’attività di contrasto)
• Ufficio europeo di selezione del personale
• Ufficio europeo di sostegno per l’asilo
• Unione europea

ago 20, 2016 - Senza categoria    No Comments

L’Italia ,un paese disorientato dalle mille ideologie, dove prospera l’illegalità

Dopo 69 anni appare evidente che L’ILLEGALITA’ è il principio fondante della Repubblica Italiana.
Un’ affermazione assurda concepita da un cervello malato? Di un cittadino sofferente?Disadattato? Ignorante che non sa che l’ ITALIA dal 22dicembre del 1947 è una REPUBBLICA DEMOCRATICA, fondata sul LAVORO come enunciato dal 1° articolo della Costituzione?
Una formula pensata e dettata dai nostri autorevoli padri costituzionali e mi fa pensare voluta da politicanti di sinistra che guardavano
all’ U.R.S.S. dove governavano i LAVORATORI. Un modello quindi da instaurare anche in Italia dove la classe operaia al potere finalmente avrebbe assicurato BENESSERE, LIBERTA’, UGUAGLIANZA e FRATERNITA’ , negate dall’odiato MUSSOLINI, e per le quali il povero e ingenuo Gramsci si è immolato. Un uomo onesto culturalmente, appassionato e sicuramente estimatore dell’animale UOMO. Ingenuo, il nostro Gramsci, in quanto non è riuscito , anche se dotato di sopraffine capacità intellettive, a capire che il POTERE è sempre devastante a prescindere dalle formule e dagli uomini che lo gestiscono, non accorgendosi che il sistema dei SOVIET addirittura eliminava fisicamente i dissidenti rivelandosi cosi più crudele del FASCISMO che, almeno almeno, civilmente invitava i cittadini protestatari ad andare via dall’Italia. Non peggio e come oggi dove L’IMMANE BUROCRAZIA della DEMOCRATICA ITALIA(dal volto indefinito) al potere costringe molti cittadini ad andare via per trovare lavoro e a svolgere attività imprenditoriali in paesi anche dittatoriali dove stranamente i nostri immigrati trovano maggior libertà di azione favorito da un contesto di civile convivenza che si esprime in una ferrea pratica della LEGALITA’ palpabile e rassicurante; un paradiso nei confronti dell’Italia dove si vive nella continua paura, nello stress di operare tante sono le regole che gli innumerevoli, improduttivi quanto inesorabili controllori hanno il compito di far rispettare. .
Qui in Italia purtroppo la LEGALITA’ è solo un teorema dalle mille e uno interpretazioni conseguenza di altre mille e uno ideologie dietro le quali si rifugiano mille e uno cittadini con la spiccata personalità deviata tendente a coltivare ogni sorta di vizi che si abbattono come un uragano contro il civile convivere. Purtroppo lo STATO ITALIANO legato a una Costituzione dove si enunciano le intenzioni più democratiche del mondo, nella pratica tra STATO e CITTADINI si è creata una frattura , una mancanza di fiducia che si aggrava ogni giorno di più. Le ingiustizie e le prepotenze a cui sono sottoposti i cittadini onesti sono all’ordine del giorno conseguenza di una legislazione adatta a favorire ogni pratica di ILLEGALITA’.
L’origine di tanto dissesto, di tanta confusione è da ricercare nel ruolo che lo STATO ITALIANO si è ritagliato imponendo la figura dell’irremovibile e accanito ESATTORE che non sente ragioni delle tante quanto ragionevoli e spesso evidenti difficoltà dei suoi cittadini.
Un tale Stato non può non essere classificato al pari del TERRORISTA o delle tante associazioni malavitose che operano in Italia taglieggiando le imprese. Un’ipotesi da non scartare se molti sono gli imprenditori che preferiscono essere tutelati dalle MAFIE che dallo Stato Italiano.
La Costituzione dice che tutti i cittadini sono liberi di esercitare qualsiasi attività con l’obbligo civile di contribuire secondo le proprie possibilità. Un concetto ineccepibile, in quanto i servizi vanno pagati. Senonchè per aprire un’attività non è cosi semplice e ancorchè l’hai aperta ancor di più la vita del cittadino viene complicata da un sistema di controlli che non ha nulla da invidiare a quelli che le organizzazioni malavitose mettono in atto quando entri nelle loro attenzioni.
1)Cosi capita di avere iniziato un’attività di vendita al minuto di giocattoli e dopo qualche anno di vederne aprire un’altro a duecento metri. Niente da dire in quanto la libera concorrenza fa parte di un sistema economico che seleziona i migliori distributori di servizi al minor costo per la gioia del consumatore. Senonchè dal giorno di questa nuova apertura si attivano una serie di controlli nei confronti del mio negozio(Il mio un bel negozio di 200mq con tanto di bagno con finestra e antibagno, l’altro neanche la metà). Il controllore assiduo e minaccevole non era un qualsiasi Vigile urbano, bensi il graduato maggiore.( Per capire meglio è bene dire che il sottoscritto non militava in nessun partito e in particolare è stato sempre schivo dal chiedere raccomandazioni).Comunque per farla breve, sentitomi perseguitato e disperato, per mezzo di mio cognato ne è stato informato un Procuratore della Repubblica Italiana che ha messo fine a questo accanimento.
2) A tutti capita andare da un Notaio e acquistare un terreno. Si tratta di un terreno pietroso con una pendenza molto accentuata,pascolativo con 30cm di terra e anche meno dalla roccia sottostante. Valore agricolo 8000,00euro per 16.000mq.è il quanto suggerito dal Notaio per stare dentro ai valori catastali. Il terreno, abbastanza strategico in quanto visibile dalla strada, doveva servire per la costruzione di una cantina del vino i cui soci avevano le vigne dislocate in altre località più fertili. Tutto in regola in quanto il Notaio è un Pubblico ufficiale a cui lo stato da fede di ogni documento essere veritiero e rispettoso delle leggi vigenti.Impossibile non fidarsi. Dopo un anno mi son visto recapitare dall’Ufficio delle entrate un verbale dove si diceva che avevo truffato lo Stato dichiarando il falso in quanto il terreno era un terreno agricolo di grande valore(40mila euro) dove si potevano coltivare circa 100 tipi di piante!!??. Il mio pensiero è stato subito il Notaio che al tempo mi aveva assicurato sulla regolarità dell’atto e che interpellandolo si è subito defilato da ogni responsabilità. Ma come il Notaio non è un Pubblico Ufficiale che fa gli interessi dello Stato? Quindi quale la conclusione se non quella di pensare che Notaio e Stato Italiano siano d’accordo nel redigere contratti irregolari per poi sanzionare il malcapitato cittadino? Al che feci tutti i rilievi e foto dove appariva palpante la menzogna scritta nel verbale. Chiesi se prima di compilare avevano effettuato un sopralluogo. Nulla di tutto ciò. L’ufficio voleva 18mila euro. Una bella somma da sottrarre sufficiente per seppellire il sogno di un cittadino che aveva il progetto di creare un posto di lavoro per sè e per altri. Dopo tante trattative mi furono rubate 4900 euro da pagare a rate.
3)Il cittadino imprenditore non è proprietario di nulla se non per pagare le sanzioni contemplate da una serie infinita di leggi che di fatto fanno apparire il proprietario come un gestore col compito di custodire meticolosamente il bene.
Cosi è capitato che dovendo richiedere un documento all’ASL utile per esportare il vino mi son visto la cantina in predicato di essere chiusa per una serie di irregolarità che i solerti CONTROLLORI hanno rilevato. Una cantina nuova che all’atto dell’apertura aveva prodotto centinaia di documenti inviati al comune di USINI, improvvisamente, un altro ufficio ritiene lo stabile non idoneo sentenziandone la perdita del LAVORO.
L’IMMANE BUROCRAZIA ITALIANA non si chiama MUSSOLINI o HITLER o STALIN, ma è ugualmente devastante sui sudditi che PRODUCONO. E in queste condizioni cosi limitanti l’esasperazione, la disperazione si fanno strada venendo spontaneo l’idea di vendere,di chiudere o augurarsi di lavorare in un clima di economia comunista in cui l’imprenditore lavora per lo stato cosi da sentirsi al riparo dei CONTROLLORI BUROCRATICI e come quest’ultimi avere un salario sicuro esente da ogni responsabilità con orari comodi non dico di lavoro ma di presenze.

4) Controlli devastanti vengono imposti a piccoli imprenditori del settore edile per i quali sono previste sanzioni pecuniarie pesantissime per aver innalzato un ponteggio in ferro utile per intonacare e che non ha osservato la giusta distanza dal muro di 2cm.

5) Ma anche nel mondo del lavoro c’è tanta confusione e dove cittadini con carenze morali trovano terreno adatto per compiere misfatti. Piccoli datori di piccole imprese con un dipendente assunto spesso con compiti limitati a tenere aperto il punto vendita vengono distrutti e condannati alla chiusura dagli stessi dipendenti che fanno finta di accettare paghe inferiori. In questo caso si apre un calvario per il malcapitato datore di lavoro che solitamente viene costretto a chiudere l’attività con tutte le conseguenze penose che si sovrappongono. Ho conosciuto giovani imprenditori entusiasti rifugiarsi, dopo tali esperienze, in ogni genere di vizio che poi li ha portati dopo una lenta agonia di disadattamento sociale al disfacimento del proprio corpo e infine a una morte prematura. Situazioni favorita dalle leggi inique vigenti che istigano i cittadini alla TRUFFA. Qui in ITALIA si vuole EDUCARE il cittadino al tradimento e alla slealtà. Un popolo allo sbando quello ITALIANO ,alla presa con infinite e insanabili contraddizioni dove l’ILLEGALITA’ si confonde con la LEGALITA’
Se al datore di lavoro viene proibito di contrattare col lavoratore la misura della paga, non si capisce per quale motivo il lavoratore non debba essere punito per aver accettato una RETRIBUZIONE non conforme alle leggi e anzi lo si istiga e lo si EDUCA a truffare i malcapitati imprenditori. Mettere i due soggetti sullo stesso piano di responsabilità avrebbe certamente un effetto positivo sulla pratica della LEALTA’ principio importante del COMPORTAMENTO.
Il CORROTTO è molto più pericolo del corruttore. Il corrotto con mansioni amministrative ha sempre un effetto distruttivo, irreparabile. Ugualmente il lavoratore infedele,corrotto distrugge le aziende.

L’IMMANE BUROCRAZIA DEI CONTROLLORI è a favore dei TRUFFATORI. Quest’ultimi evadono le tasse, non versano iva, non pagano le forniture ai produttori. Ebbene essi non vengono controllati nè puniti , nè sanzionati e anche se denunciati continuano a svolgere la loro attività truffaldina. Naturalmente lo Stato altrettanto TRUFFATORE esige dal TRUFFATO il versamento dell’IVA e le tasse sul venduto che non è stato incassato.

L’IMMANE BUROCRAZIA costa al POPOLO ITALIANO indebitato ogni oltre misura cosi da far diventare ILLEGALE tutti gli emolumenti OLTRE LO STRETTO NECESSARIO e RAGIONE di cui si son dotati Dirigenti e Funzionari come pure diventano insopportabili i POLITICANTI che si professano IDEOLOGICAMENTE di Sinistra e che però non si fanno scrupolo di tradire ciò che tutti i giorni predicano a favore dell’ UGUAGLINZA E DELLA SOLIDARIETA’ SOCIALE.

Lo Stato Italiano è ILLEGALE in quanto non riconosce il DIRITTO ai cittadini di potersi esprimere nel rispetto della propria e dell’altrui sicurezza nonchè salute imponendo l’osservanza di regole vessatorie che sono la negazione delle più elementari libertà individuali.
Cosi che certe regole applicate dai controllori spesso diventano non solo ingiuste ma disumane. Privare un genitore della patente pr aver superato il limite di 50 KM in super strada deserta prossimità dello svincolo per Bonorva(SS) per poi non potersi recare a visitare il proprio figlio morente è un atto infame quanto inaccettabile meritevole di vendetta contro CONTROLLORI che applicano la legge in maniera ottusa e deflagrante. Certamente tale punizione non sarebbe stata applicata ai colleghi poliziotti,magistrati,politicanti, amici o parenti a cui viene riservato un altro trattamento

Certamente alla base di cotanta arroganza e insensibilità c’è la mancanza di EDUCAZIONE e di CULTURA. Due aspetti a base dell’ETICA a cui la Repubblica Italiana non presta attenzione in quanto impegnato solo a far cassa. Evidente il suo disimpegno nella formazione del cittadino a cui concede e anzi lo istiga a ogni sorta di vizi che sono l’anticamera della ILLEGALITA’. Abbassare le tasse diventa un palliativo se non si da merito e riconoscenza ai cittadini che per natura,istinto e cultura praticano la virtù. Abbassare le tasse sarà un atto inutile in una società che non distingue la LEGALITA dall’ILLEGALITA’. Uno stato che pensa di liberalizzare la droga ritenedola una fonte di guadagno dimostra di essere uno Stato amministrato da CITTADINI CORROTTI, DELINQUENTI a cui non interessa la salute del suo popolo e specialmente dei giovani. Un tal stato che non vigila e non riconosce e non premia i suoi cittadini che hanno alto il senso civico e di appartenenza è da condannare come una imbelle e vigliacca Istituzione

Il compito di ogni STATO CIVILE è quindi quello di far sentire ogni cittadino sicuro di poter svolgere una qualsiasi attività, per cui diventa urgente
1)Riqualificare l’IMMANE BUROCRAZIA, avida,spesso inutile e anzi dannosa,scroccona, sperperona e sprecona, adeguando gli emolumenti allo stato di disponibilità finanziaria come si fa nelle aziende private dove si applica il dividendo in base agli utili prodotti. E se il BUROCRATE o POLITICANTE non è d’accordo o insoddisfatto le porte dell’iniziativa privata sono aperte onde soddisfare la genialità non riconosciuta dallo STATO ITALIANO.
2)Rendere persegubili i TRUFFATORI. Non più attraverso le costosissime lungaggini dei tribunali ma attraverso le forze dell’ordine(CARABINIERI E FINANZA)con l’autorità di far pagare immediatamente le merci fatturate.( Spesso avviene che il truffatore si appropi del lavoro di una anno di un agricoltore)
3)Rendere i CONTROLLORI innocui al primo controllo nei confronti di chi svolge attività produttive e artigianali nello spirito del principio che vuole ogni regola essere EDUCATIVA E NON PUNITIVA. Naturalmente la perseveranza nell’errore va sempre punito.

Tre regole banali e stupide da applicare e che darebbero un impulso enorme all’economia con tutte le ricadute positive che avrebbero sui cittadini specialmente dal punto di vista didattico con la finalità di avere un POPOLO ordinato e leale doti necessarie di ogni vera CIVILTA’.

lug 15, 2016 - Senza categoria    No Comments

ECONOMIA MINIMO SOSTENIBILE

Uno Stato con sistema di governo qualsiasi esso sia, Repubblicano o monarchico, ha l’obbligo naturale di assicurare:
1)la sicurezza dei cittadini, 2) la salute fisica e mentale, 3) il lavoro ,4) l’istruzione. Volutamente escludo LA LIBERTA’ perchè è un tema ahimè molto complesso, di cui poco continuiamo a capirci nuotando perennemente in un mare di GRAN CONFUSIONE. E quando parlo di LIBERTA’ mi viene subito da pensare al racconto biblico di Adamo ed Eva ma anche al più recente di quel Povero Cristo che 2000 anni fa, alcuni uomini, hanno assassinato e che tutto aveva e ha detto sull’argomento LIBERTA’ come il Beethoven nel campo della grande musica dove tutto è stato scritto e ben poco rimane da inventare per degli strumenti musicali sempre gli stessi. Oggi sulla LIBERTA’, un’infinita’di emeriti coglioni continuano a cimentarsi riempiendo infinite pagine di concetti ripetitivi e ancor peggio proponendo idiozie di ogni genere in una nauseabonda ricerca e proposta di uomo di genere.
Fermo qui l’indagine esistenziale, per riprendere un tema terra terra che riguarda la vita economica della nostra POVERA ITALIA che si dibatte perennemente in una crisi cronica voluta e che tanto negativamente si ripercuote nella vita di ogni giorno di noi popolo impegnati a mantenere il PIL su uno standard dignitoso. E si perchè sembra , secondo i nostri POLITICANTI, che tutta la nostra felicità di cittadini è legata alla PRODUZIONE e al CONSUMO, due temi su cui i POLITICANTI nostrani dibattono a parole, da sempre, senza mai proporre soluzioni definitive o trovarne il bandolo della matassa. Le parole più ricorrenti di coloro che si dichiarano esperti e studiosi, nella realtà sono solo utili per se stessi col proposito di imbambolare e truffare il popolo, sono: ripresa, abbassamento delle tasse, aumento della produzione, favorire i consumi, stipendi, lavoro,aiuto alla famiglia,giustizia. Solo parole che costano al popolo italiano in SALUTE e STILE DI VITA sempre più indecorose.
Da qui la conclusione che L’ITALIA E’ UNA NAZIONE FALLITA dove TRUFFATORI,CORRUZIONE,MAFIE,BUROCRAZIA ELEFANTIACA E SUPER PAGATA sono gli elementi frenanti per qualsiasi genere di RIPRESA o normalizzazione economica.
IL SISTEMA DI STATO DESCRITTO NELLA COSTITUZIONE NON ESISTE. LA REPUBBLICA ITALIANA FONDATA SUL LAVORO E’SOLO UN TEOREMA CAMPATO IN ARIA, in cui tutti i progetti bellissimi elencati nella COSTITUZIONE, tutti vengono puntualmente avversati da leggi che ne stravolgono le intenzioni.
Per non dilungarmi in analisi lunghissime sul perchè la COSTITUZIONE è perennemente tradita e inapplicata passo ad elencare i rimedi che ho racchiuso in un titolo : ECONOMIA MINIMO SOSTENIBILE, la sola via obbligata da percorrere per uscire dalla perenne stagnazione in cui vive questa POVERA ITALIA.

CAMBIARE il nostro modo di pensare e di agire è un percorso obbligatorio come quello di SMITIZZARE alcune nostre certezze.
Quanti sono i cittadini che non sanno gestire un bilancio familiare?; che un debito è restituibile solo se si produce più di quello che si consuma?;che se , in una famiglia, le entrate vengono a ridursi proporzionalmente diventa automatico diminuire le spese? Sembra che i nostri Politicanti non siano a conoscenza di tali meccanismi continuando a tenere la SUPER LUSSUOSA BUROCRAZIA in standard di spesa vergognosa.
E allora non rimane altra strada se non quella di una volontà che scardini lo STRAPOTERE della BUROCRAZIA IMPRODUTTIVA(politicanti,dirigenti,funzionari,tutta quella marea di cittadini creatori di teorie,salottieri,esperti).
In alternativa ci aspettano decine di anni di vita piena di inedia e di sofferenze per poi assistere a un forzato cambiamento dato dall’impossibilità delle imprese di mantenerne il peso. La BUROCRAZIA, UGUALE A UN VIRUS CHE MORIRA’SOLO QUANDO AVRA’ DIVORATO E DISTRUTTO IL CORPO( imprese autonome e consumatori) DI CUI SI NUTRIVA.

Cambiare l’Italia in maniera democratica non è un percorso facile in quanto si tratta di modificare molti stili di vita e RIPULIRE i posti di comando da tutta quella schiera di parassiti che rendono MISEREVOLE LA NOSTRA GIOIA DI VIVERE. Ora data una tale classe dirigente cosi malata e ottusa chi proporrà le cure adatte per sfatare i tanti miti ma anche le tante nostre certezze acquisite complice un sistema di istruzione carente ai fini della educazione civica.?

Chi farà capire all’IMMANE BUROCRAZIA abbarbicata al posto fisso che è ora di ridursi le paghe? Che sono la causa di tanto sfascio e degrado sociale? Chi li educherà a condividere la sofferenza di milioni di giovani senza lavoro?

Certamente la nostra società vive di egoismi sfrenati e di falsi DEI che bisogna smitizzare e iniziare a navigare su altre direzioni e convincersi che le società necessitano di cambiamenti radicali nella ricerca di una convivenza a misura di uomo e non a misura dei tanti pazzi ammmalati di protagonismo che a piacimento, complice LA COSTITUZIONE, si dotano a piacimento di emolumenti stratosferici a compenso della loro asineria.
L’uomo dinamico vince l’uomo pacato?. Il furbo è sempre vincente sul fesso?. Purtroppo gli uomini spesso si danno dei CAPI in funzione del prestigio economico conseguito trascurando quelli morali. Altre volte ci si innamora di protagonisti loquaci dalla battuta pronta da cabaret. Imparare a saper eleggere, saper distinguere i cialtroni è fondamentale ai fini di avere una classe dirigente all’altezza del facile compito di amministrare. Ma si amministrare è un compito banale e solo menti malate e furbe possono complicarne l’ esercizio incartandolo in milioni di parole utili solo ai TRUFFATORI che trovano terreno fertile. Ma anche certi titoli o lauree conseguite la e li con tanto di lezioni frequentate nelle università americane sono si rivelano una bella arma per incantare il popolo per poi defraudarlo. Vedi il bocconiano MONTI e i tanti che alla guida di banche ,con compensi milionari, si rendono protagonisti di azioni truffaldine.- Quindi è evidente che amministrare è un atto che implicano diverse funzioni del cervello e non si riduce a una questione di sola PREPARAZIONE o dalle QUANTITA’DI NOZIONI IMMAGAZZINATE, bensi richiede DOTI MORALI che solo un percorso di lungo allenamento SUI VALORI ESISTENZIALI può dare. Ecco perchè i nostri POLITICANTI sono destinati a fallire in continuazione in quanto, riportando l’esempio dell’ex Presidente della Repubblica Italiana Napolitano , avendo una formazione solo materialista dell’individuo vedono nel danaro la misura del loro valore di persona nei confronti di un OPERATORE della nettezza urbana. Una vera mostruosita’ non compatibile con una ECONOMIA MINIMO SOSTENIBILE in cui l’individuo, specialmente amministratore dei danari pubblici, dovrebbe trovare appagamento dal compito assegnatogli e dall’apporto fattivo alla collettività. Le cronache di tutti i giorni raccontano storie infinite di uomini che trovano nel danaro la loro dimensione di essere creature di questo insicuro quanto traballante pianeta.

Ecco una notizia che viene dal Messico e che dà l’idea di quanto i cittadini siano stanchi dei proclami di POLITICANTI che promettono e non fanno.

“” Migliaia di messicani sono scesi in piazza a Città del Messico per chiedere le dimissioni del presidente Enrique Pena Nieto, giudicato come inadatto a contrastare le due principali piaghe che martoriano il più popoloso paese centroamericano: la droga e la corruzione.”"

ONDE USCIRE DALLA STAGNAZIONE E DALLA RECESSIONE ECONOMICA E’ NECESSARIO CHE I CITTADINI SI DECIDANO A SMITIZZARE E RIPULIRE ALCUNE LORO CREDENZE , RIFLETTERE MAGGIORMENTE, CONOSCERE E POI CONVINCERSI CHE:

1) L’INVENTORE, dovendo io stilare una classifica tra tutte le abilità degli del Pianeta Terra, merita 10 e lode. Quindi non lo scienziato , nè il politicante,nè il grande artista, nè il grande giornalista, nè il grande sindacalista, generale o banchiere, è il soggetto che merita di stare al più alto gradino della società umana. Se gerarchia o graduatoria dobbiamo fare sui meriti e importanza dico che l’INVENTORE è colui, il solo, che , per causalità o predestinazione, ha dato e dà all’umanità un contributo di insostituibile e inestimabile VALORE. LINVENTORE e solo l’ INVENTORE è il motore del PROGRESSO. Il resto dell’umanità è solo gregge che gode,sfrutta e utilizza il prodotto finale per il bene della propria salute, ma anche per fini disastrosi. L’INVENTORE è colui che dà impulso all’economia, il solo ANIMATORE che suggerisce agli uomini i GIOCHI utili per passare il tempo gioiosi e felici in attesa dell’appuntamento non rimandabile.

2) Lo SCIENZIATO voto di merito 6. E’ una figura non sempre all’altezza dell’ aureola di cui si è circondato ed è spesso basata su ipotesi che su dati certi, specialmente quando in tale gruppo ci si colloca la Margherita Hacker, la studiosa dell’ universo che pretendeva di averne risolto il mistero dell’origine con la semplice esclusione dell’opera di un DIO creatore. Beata Lei per la sua certezza. Quale il suo contributo dato per il progresso dell’umanità? Una donna venditrice di fumo e di chiacchiere buona per allietare i salotti di uomini annoiati e mediocri.
Ma poco di scenziato hanno anche i vari studiosi di geologia che per decenni ci hanno illuso, creando centri sismologi dispendiosi di ascolto dei terremoti. E in questi centri certamente c’è una gerarchia a capo della quale c’è il LUMINARE super pagato.
Ma la pretesa di aver individuato la particella di Dio è una bella favola con tutti gli annessi e connessi. Un fiume di danaro destinato a spiegare un bel nulla e ancor più importante non serve a nulla anche nell’ipotesi si dovesse risolvere il quesito che non cambierebbe lo status dell’uomo di creatura figlio di Madre che nasce e muore come un qualsiasi altro essere vivente non razionale.

3) Il POLITICO voto di merito 2. E’ diverso dallo zero spaccato in quanto su 1000 politicanti c’è sempre qualche Politico che rispetta il ruolo istituzionale affidato dai cittadini e che per l’appunto ne fa salire la media diversa da zero. Cittadini, liberi, pacifici e responsabili come DE GASPERI, MORO,PERTINI ma anche questo attuale MATTARELLA merita un encomio.
Purtroppo la POLITICA è un esercizio che qui in Italia è stata degradata da un sistema partitico che non ha filtrato un bel niente , anzi è diventato il covo sicuro di preparati malavitosi imbellettati, furbi camaleonti con notevoli capacità narrative e recitative.Si sa che la Politica è quella delegata ad amministrare i soldi provenienti dalle tasse. Non c’è Comune, Provincia, Regione, Stato Centrale che riesca a sottrarsi dal malaffare. Quando appalti ci sono essi vengono distribuiti secondo la logica delle conoscenze come pure le forniture o le nomine a dirigere uffici di rilevanza amministrativa.
La CORRUZIONE è permanentemente dentro le ISTITUZIONI dove si muovono cittadini il cui solo obiettivo è quello di percepire COMPENSI che una nazione FALLITA non può concedersi distribuire. Fatto evidente che rende l’ITALIA non presentabile a nessun tavolo di trattative dove siedono STATI di caratura etico-sociale completamente diverse.
Eppure non c’è politicante o amministratore di piccoli comuni immune dal disturbo della MEGALOMANIA. Non c’è politicante che non aspiri perchè gli si intitoli una via o una piazza. Non se ne capisce il perchè dal momento che solo gli INVENTORI meritano la lode a differenza dei politicanti che fanno parte permanente di quel GREGGE che bruca l’erba senza sapere del perchè. Un PARASSITA, il politicante, che affligge il popolo italiano in particolare. Impossibile debellare permanendo queste condizioni di cultura diffusa che ama l’apparire e la falsa libertà. Un popolo , quello Italiano, ormai condannato a vivere nella schiavitù da mille e uno falsi predicatori di stili di vita e di libertà che portano allo sfaldamento dei valori.

4) REPUBBLICA ITALIANA voto 4. Purtroppo lo STATO ITALIANO è PRIGIONIERO dell’illegalità. La confusione regna totale e funziona solo il PRELIEVO FISCALE che sicuramente è tra i più efficienti dell’intero pianeta. Un prelievo fiscale oppressivo,invadente,prepotente,illegale, sanzionatorio oltre ogni limite e ragione,veri espropri nei confronti di CITTADINI che EVASORI NON SONO in quanto sanno di pagare letasse,bisogna pagarle,vogliono pagarle e le pagano. Il cittadino è un OSTAGGIO del sistema dove INFRAZIONE,SANZIONE,INTERESSE sono elementi introdotti che sono vere armi coercitive che distruggono l’ equilibrio nervoso dei cittadini onesti. Una violenza subdola. Una minaccia insistente adatta a minare la salute di milioni di cittadini che sempre più spesso scelgono di abbandonare L’Italia e tanti altri avvolti dallo sconforto tolgono il disturbo suicidandosi.
AMMINISTRARE è un atto alquanto banale alla portata di qualsiasi cittadino. Purtroppo di questo compito alquanto semplice viene complicato dall’attività frenetica e qualche volta inarrestabile di quella marea di cittadini che si vogliono al comando col solo proposito di scialacquare i danari versati dai cittadini.
Virginia Raggi, persona certamente non collusa col malaffare, ha difficoltà a trovare collaboratori non truffatori.
Amministrare è un compito che richiede trasparenza. Far coincidere le entrate con le uscite è un meccanismo che non richiede particolari doti nè titoli accademici altisonanti. Per esempio la professione di Manager è diventata sinonimo di persona con capacità spiccate a confondere ,innescare e gestire ogni tipo di intrigo di ordine contabile in tutti i luoghi dove circolano i soldi dei cittadini. Attenzione quindi ai MANAGER.

a)RIPULIRE , RIPULIRE, RIPULIRE, RIPULIRE la REPUBBLICA ITALIANA DAI TRUFFATORI è un atto di PRIMARIA E VITALE IMPORTANZA,irrinunciabile che darebbe respiro agli imprenditori richiamando INVESTITORI da ogni dove. Quindi un intervento urgente, urgentissimo che darebbe agli imprenditori fiducia e tanta certezza con il conseguente aumento della produttività. Inoltre si tratterebbe di applicare LA COSTITUZIONE che con “l’art.4 dice di promuovere il diritto al lavoro” e con “l’art.3, LA REPUBBLICA si impegna di rimuoverne gli ostacoli”. La TRUFFA è un atto ignobile, frenante , individuabile, elementare, riscontrabile che non necessita l’ interessamento di un tribunale. Per attestarne il reato si può delegare la POLIZIA DI STATO o qualsiasi altro funzionario anche comunale . Si tratta infatti di merci consegnate comprovate da documento fiscale su cui il fornitore versa l’IVA e le tasse allo STATO. Di fronte a questa evidenza il TRUFFATORE ha due strade: PAGARE o RESTITUIRE LA MERCE. In mancanza dell’ottemperanza di questi due doveri deve scattare la TUTELA del fornitore che deve essere risarcito dallo Stato e conseguentemente punire il TRUFFATORE privandolo della licenza di esercitare la professione di commerciante in tutto il territorio nazionale con l’obbligo di risarcire con prestazioni di lavori socialmente utili.

4) L’ INFORMAZIONE , voto 6, per lo più è sinonimo di Giornalisti che è una categoria di cittadini al soldo di centri di potere dagli interessi spesso non bene identificabili. Un’attività comunque indiscutibilmente utile, necessaria in una società cosi complessa e variegata come quella occidentale.Informare è un dovere. Essere informati un diritto dei cittadini. L’INFORMAZIONE è quindi un esercizio nobile che merita essere retribuito ma non finanziato. Un mestiere, un esercizio come i tanti esercitati dai cittadini vanno a comporre il grande puzzle dell’economia.

IN LAVORAZIONE

Promuovendo la valorizzazione di ogni singolo componente e contabilizzandolo. Tutto ciò seguendo i principi della vocazionalità e dei talenti, facendo svolgere ad ogni componente di questo pianeta il ruolo che gli compete.

giu 9, 2016 - Senza categoria    No Comments

POLITICA E RELIGIONE, DUE PRATICHE IRRINUNCIABILI CHE DIVENTANO DANNOSE SE GESTITE DA PICCOLI UOMINI.

Politica e religione sono due pratiche che da sempre l’uomo ha esercitato nelle forme più varie attribuendo ad esse un potere quasi magico di difesa nei confronti di fenomeni di violenza sociale e calamità naturali. L’ Uomo, quanto determinato e spregiudicato possa sembrare, è fondamentalmente fragile, insicuro, solo e sperduto, Non può essere altrimenti nei confronto di una natura che quando scatena la sua forza , l’ impotenza dell’uomo INSIPIENTE appare lampante. A differenza degli animali la cui percezione è limitata a delle reazioni meccaniche e istintuali, l’uomo dotato di una sensibilità superiore derivata dalla razionalità vive tali fenomeni catastrofici ripensandoli e demonizzandoli. In tutto questo che è un limite da non mai dimenticare, l’uomo è comunque una parte attiva del suo vivere in questo pianeta modificandolo, adattandolo, usandolo per rendere il suo momentaneo soggiorno il più possibile comodo.
Fatta questa breve riflessione diciamo che l’uomo è un animale sociale che come i suoi cugini MENO DOTATI amano vivere in comunità. I testi antichi come i testi della nostra era moderna riportano notizie sulla storia dell’uomo guarda caso sempre con una successione di avvenimenti violenti, di guerre contro qualcuno. La Bibbia narra del popolo Ebraico in guerra perenne con i vicini per la conquista degli spazi. La storia succesiva non è da meno della precedente, ripetitiva e monotona in cui i morti, le distruzioni sembrano una costante non necessaria quanto incomprensibile causate dal desiderio della supremazia sull’altro. Una fissazione, una distorsione esistenziale. Col senno di poi diciamo tanti sono stati i regni costituiti , altrettanti sono caduti.La storia di questa permanente lotta tra uomo e uomo è stata sempre posta dagli insegnanti come dei fatti dovuti e non evitabili. Da qui la fantasia del discepolo, dell’alunno ad accettare supinamente tali eventi come normali. Il condottiero di turno veniva presentato come un eroe a segnare una pagina imperitura di storia. Su questa scia la storia si riempie di vicende anche attuali come la guerra in Vietnam, in Iraq, in Siria, in Libia volute sempre secondo le stesse combinazioni che ci fanno capire quanto la guerra, qualsiasi guerra, sia una imposizione ingiusta del potere. Il potere, un esercizio distorto della vera realtà alla ricerca COSTANTE di glorificare se stesso seminando morte e distruzione. Limitare, modificare certi meccanismi del potere non può essere rimandabile onde evitare catastrofi umane irreversibili. I vari potenti che guidano le nazioni più ricche ,fautori delle recenti guerre oggi vengono accreditati della generale considerazione e indicati come degli uomini dalle capacità intellettive al di sopra del comune pensare. Con gli occhi bendati si continua, quindi, a pedalare nella direzione sbagliata complici narratori e storici specializzati e impegnati a fornire notizie devianti e non veritiere che portano a una serie infinita di FALSI STORICI di cui la strada dell’umanità ancora viene asfaltata. Potere uguale politica, politica uguale potere. Certamente è tempo di modificare i criteri di giudizio nei confronti dei pretendenti ad amministrare la vita culturale, sociale ed economica dei popoli e pretendere che il potere sia esercitato in funzione della volontà e delle esigenze dei popoli.

Politica è una parola antica coniata dai pensatori Greci a cui la nostra cultura è legata e a cui deve riconoscenza.
Politica , AMMINISTRAZIONE DELLA CITTA? E si perchè Atene era abitata da decine di migliaia di cittadini. Non era come amministrare una tribù per la quale era sufficiente un capo. L’esigenza di una figura responsabile nella gestione di una città diventava necessità. Un compito delicato, primario che implicava doti e attitudini particolari. E i pensatori del tempo avevano codificato il comportamento del Sovrano che doveva adottare nei confronti del suo popolo. Politica , una materia complessa oggetto di indagine, in continua evoluzione di interpretazione e applicazione che però è diventata croce per molti popoli.
Si tramanda che i primitivi eleggevano un capo, al quale era assegnato il compito di proteggere la comunità dalle calamità naturali, elogiato e considerato gli era permesso di vivere come un dio. Al primo disastro veniva giustiziato.
Oggi i nostri rappresentanti amministratori della Polis, fautori di disastri di ogni genere, al compimento dei misfatti, non con la morte vengono premiati ma con la nomina a SENATORE A VITA DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Altri tempi.
Oggi più di ieri ,la politica ha dimostrato non essere utile, anzi DANNOSA. Doveva essere nelle intenzioni dell’ideatore di tale parola una NOBILE ARTE.
La POLITICA in mano all’uomo e in suo nome è diventata un’occasione per compiere e nascondere ogni sorta di misfatti. E’ seminatrice di povertà per il popolo e fautrice di privilegi i più impensati per se stessa. La sua funzione è perennemente stravolta seminando morte , suscitando guerre fratricide. I fautori spesso vengono indicati come dei grandi statisti.!!!!???? Innalzati nella scala sociale.!!!???? Accreditati di doti speciali.!!!??????????
La politica è diventato un rifugio per strani cittadini catalogabili TRADITORI DEL GENERE UMANO e in quanto non dotati di nessuna specifica dote o capacità nè imprenditoriali, nè didattiche, nè di ricerca , nè scientifiche non concorrono nè sono utili per la crescita di una società. Quando i POLITICANTI vengono intervistati, tutti professano la loro dedizione per il bene del popolo. E noi tutti sappiamo come sta il popolo e quale vita conducono i nostri cialtroni di amministratori che mai arrossiscono nè mai indietreggiano davanti a una realtà di cosi evidenti disagi . Non politici quindi ma ciarlatani.
Il cittadino lavoratore vessato e stremato dalle tasse non ha necessità della politica. L’imprenditore lavora e produce in assenza della politica. La politica è un aspetto deteriore, nefasta, con un ruolo inutile quanto parassitario, improduttivo che sfrutta il lavoro del mondo produttivo per crearsi una suo status con la copertura di leggi diabolicamente stilate dai cosiddetti costituzionalisti di cui sono pieni i palazzi del comando. Veri espropri illegali nei confronti di milioni di ITALIANI.
L’elenco di POLITICANTI che hanno vissuto di sola politica è lunghissimo ed oggi hanno un enorme peso sul bilancio statale blindati su un concetto truffaldino del DIRITTO ACQUISITO che non si tocca alla faccia di milioni di altri cittadini certamente più virtuosi che vivono il disagio sociale.Uomini scellerati che si sono resi protagonisti di illeciti di ogni genere nei confronti del popolo impoverendolo. L’elenco è lunghissimo.Ne cito tre che godono del rispetto generale e di un riconoscimento in EURO come servitori dello STATO ITALIANO!!!????
1)Giuliano Amato per aver saccheggiato i conti correnti dei risparmiatori.
2)Prodi per aver portato l’italia dentro l’Europa a condizioni che il costo della vita è aumentato del 100%. Un vero disastro sociale taciuto condannando milioni di giovani salariati con figli a chiedere aiuto, per arrivare alla fine del mese, ai genitori.
3)Il Monti che con la sua tassa sulla casa ha distrutto migliaia di posti di lavoro e ulteriormente impoverito il paese Italia.
Che dire della grande criminalità in cui versa il paese Italia dove crimini di ogni genere si compiono rimanendo impuniti.
Che dire della perdita della nostra identità, della nostra cultura, delle nostre tradizioni. Son bastati pochi immigrati analfabeti ma irremovibili fedeli alla loro religione e tradizioni per pretendere e obbligarci a togliere il CROCEFISSO dai luoghi pubblici , come pure hanno imposto che il presepe è una pratica da dimenticare.
Ebbene la politica ha avvalorato tutte queste scelleratezze nonostante la politica lo dicono gli stessi politicanti COSTA. E i risultati si vedono.
Che dire della sicurezza inesistente;è tutto un fai da te ,lo dicono Falcone e Borsellino e i tanti altri ammazzati.
Che dire della vita sociale dei cittadini impegnati a produrre . E qui l’elenco delle violenze che la politica impone ai cittadini che lavorano sodo è interminabile complice una BUROCRAZIA composta di controllori col compito assurdo di tagliare le gambe ai cittadini virtuosi e pacifici. E si perchè la REPRESSIONE esiste e funziona alla grande sulle aziende che invece di essere ringraziate e premiate vengono controllate oltre o ogni buon senso con arroganza, prepotenza. Ed è stomachevole che si dia tanta autorità ai CONTROLLORI che apostati nei pressi di ristoranti infliggono ogni sorta di umilianti controlli. Non si capisce secondo quali criteri di DEMOCRAZIA e di SICUREZZA dal momento che spesso si tratta di percorrere 200,300 metri di strada per raggiungere la propria abitazione. La REPRESSIONE funziona per i lavoratori che alle 6 del mattino si recano a lavorare e a bordo di auto super sicure vengono contravenzionate per aver superato la velocità di 140.Una legge partorita certamente da un politicante ubriaco fradicio che non sa che una 500 a 110 km all’ora è molto più pericolosa di una Lamborghini di 3929 cavalli. E funziona in maniera devastante per le aziende che il 16 di ogni mese hanno da versare per l’inps,e soprattutto per i nullafacienti di regioni,provincie e comuni.

Eppure una società, un comune può vivere senza la politica TANTO è VERO CHE molte città COMMISSARIATE hanno una vita più equilibrata e una gestione amministrativa più oculata,semplice e fedele alle vere realtà ed esigenze della comunità.
La politica sempre si è creato un mondo tutto suo, fatto di infinite chiacchiere, di contrasti tra contendenti che vivono intorno, dentro o alla guida di quel determinato simbolo partitico nella ricerca di primeggiare per poi prendere e dividersi il potere da cui emanare quella lunghissima e interminabile filiera di conniventi fino all’ultimo cittadino che chiude la lunga scia speranzoso sempre di raccogliere qualche spiccilo o darsi qualche piccolo privilegio.
Come vedete la POLITICA è solo una occasione , un falso esercizio non necessario inventato e imposto dai FURBI per ricrearsi uno STATUS SOCIALE DI PRIVILEGI senza mai avere contribuito un centesimo. Senza dubbio una tal politica cosi esercitata non può non essere considerata una TRUFFA.

La Religione è un’altra pratica o istituzione derivata dall’umano pensare e sentire alla ricerca spasmodica di un’origine, di un PADRE, ma anch’essa come la POLITICA è pure un campo che si presta ad essere strumentalizzata. A differenza della politica NON COSTA NULLA A CHI PRODUCE.
A parte le interpretazioni e deviazioni, la Religione si pone come una esigenza spirituale, come una libera adesione personale finalizzata a riempire quel vuoto esistenziali di molti noi esseri umani che non si accontentano di trascorrere una vita di sola materialità. Un gioco innocente quanto il creato che sembra stia li eterno senza dire e chiedere nulla con un numero di creature, si microbiche, ma irrimediabilmente e terribilmente presuntuose assieme a un’altro numero di esseri umani che cercano con affanno di riempirlo e di dargli un senso. In gergo umano sono due categorie di abitanti di questo pianeta in eterno conflitto: I FURBI E I FESSI, I POTENTI E I DEBOLI.

La RELIGIONE è spiritualità, razionalità, fa parte del mondo delle idee che tradotto vuole indicare a tutti gli uomini un percorso verso la virtù che non è altro che una libera adesione a un progetto pacifico non bene identificato in cui l’imitazione delle leggi della natura diventa preponderante. E gli uomini si sa sono un prodotto , sono figli di una natura che, ancorchè sorda , spesso si dimostra matrigna inesorabile. Un dilemma esistenziale dove vita e morte convivono in armonia ma incomprensibile all’uomo che mal sopporta di piegarsi a un evento cosi naturale come la morte accettata da ogni altra specie vivente di questo pianeta. La religione quindi è una esortazione, un invito a tutti gli uomini di vivere con rassegnazione ma soprattutto con gioia e in pace.
Come e quanto una RELIGIONE può condizionare l’uomo.? Come e quanto una RELIGIONE è utile nello sviluppo di un popolo.? Analizzando le origini delle religioni monoteiste diciamo che il Dio degli Ebrei tramite Mosè ha dato delle regole. 10 comandamenti, non più ma sufficienti per assicurare a un popolo una vita equilibrata, civile e pacifica, la cui pratica doveva dare al popolo ebraico la riappacificazione e riconquista della fiducia di JAHVE’e soprattutto della terra perduta. E il popolo Ebraico,nomade e senza una terra, composto da poche tribù, sicuro e unito attorno all’ARCA DELL’ALLEANZA ha iniziato un percorso lungo e faticoso alla conquista della TERRA PROMESSA cosa che si è puntualmente compiuta. Inoltre aspettano ancora e credono sempre in un condottiero che gli permetta il predominio sui nemici!!??? E questa idea fissa è una grande stupidaggine, una stortura insopportabile che se sopravvive ancor oggi con interpretazioni fondamentaliste indubbiamente va contrastata e pesata quanto e come la spada di Damocle.
Le differenze del IO SONO, TU SEI, sono semi da distruggere a favore del NOI SIAMO. E su questo tema la provvidenza ha eletto un uomo dal nome GESU’ DI NAZARETH, nato nella comunità ebraica che ha, con la sua predicazione, corretto certi atteggiamenti belligeranti dell’uomo predicando la PACE e il NOI SIAMO TUTTI FIGLI DI DIO. L’UGUAGLIANZA, LA GIUSTIZIA, L’AMORE, LA FRATELLANZA , LA POVERTA’ etc.etc. Insomma un messaggio di SOLI VALORI SPIRITUALI,indirizzato a tutti gli uomini di buona volontà del mondo di allora E DI OGGI per costruire un UOMO DIVERSO, NUOVO . Un invito alla ricerca della virtù, della perfezione. Nel Vangelo sono riportate tutte le testimonianze e esortazioni indirizzate agli uomini per raggiungere la meta della GIUSTIZIA. Son passati 2000 anni ma l’umanità viaggia su altri binari per colpa non tanto del popolo quanto di quella OLIGARCHIA che si ostina con presunzione a imporre ai popoli leggi e dinamiche di vita completamente diverse dalle indicazioni del Vangelo.
E’ anche vero che il GESU’ha affermato una netta distinzione tra potere temporale e spirituale, ma è altrettanto vero che ha demonizzato e manifestato il suo disprezzo per il potere, per il danaro e per ogni forma di ostentazione della persona. L’UMILTA’ e la POVERTA’ MATERIALE sono due pratiche che il GESU’ sollecita più frequentemente come pure non è da sottovalutare una sua raccomandazione unica e originale” NON E’ QUEL CHE ENTRA NELLA BOCCA CHE CONTAMINA L’UOMO, MA QUEL CHE ESCE CONTAMINA L’UOMO”. A primo impatto un concetto banale e che invece assume una rilevanza di enorme attualita’ e che sottolinea quanto una religione come quella musulmana non sia una VERA RELIGIONE bensi una IDEOLOGIA e nello stesso tempo un TRATTATO DI CUCINA quando indica ai fedeli di astenersi dal mangiare certe carni o di non bere il vino. Come pure le spiagge per sole donne o per soli uomini fa pensare che il maschio musulmano ha il chiodo fisso uguale a quello degli STRUPATORI.

Le RELIGIONI quando si dotano di una organizzazione e vengono gestite in maniera UMANOIDE diventano pericolose, specialmente quando si scomoda il nome di DIO per compiere stragi e quant’altro contro esseri umani indifesi, pacifici e disarmati.
L’istigazione a colpire qualcuno per ragioni anche giuste non è un compito della RELIGIONE. Nella RELIGIONE CRISTIANA dettata da GESU’ sta scritto che quando un nemico ti da uno schiaffo c’è l’invito a porgere l’altra guancia.
Non cosi si può dire della RELIGIONE MUSULMANA dettata da MAOMETTO che invita ad uccidere gli apostati e anche i miscredenti e che a differenza di GESU’ il Maometto è andato alla ricerca del POTERE allestendo eserciti.

Ribadisco che la RELIGIONE ancorchè necessaria è un invito alla ricerca della perfezione dandosi delle regole morali fatte discendere e volute da DIO,un DIO che si nasconde agli uomini cosi da risultare indescrivibile e inafferrabile. Un DIO che l’umana conoscenza non può percepire se non attraverso la irrefrenabile volontà dell’uomo di crearselo e che comunque sfugge a ogni strumento conoscitivo in dote agli uomini. E in questo stato di fatto, l’Uomo Gesu’ si è trovato davanti a Pilato che gli domandava se era figlio di DIO . E GESU’, uomo dalle doti uniche e irripetibili, risponde con una frase di sfottò ” L’HAI DETTO TU”!!!!. Pilato pur riconoscendo il GESU’ un uomo giusto, in un certo senso ha contribuito al suo ASSASSINIO. La RELIGIONE è quindi un qualcosa di personale dove entrano in gioco una serie di fattori di ordine razionale in quanto nessun uomo può dimostrare un bel niente e se non per FEDE aderire a un progetto che può essere solo PACIFICO. Un progetto di importanza assoluta predicato da un UOMO GESU’che parlava, già allora un linguaggio diverso. Lo dimostra il suo percorso di vita che ha qualcosa di straordinario, irripetibile e fuori del comune sacrificando, non facendosi esplodere, la sua vita per una causa che sapeva persa in partenza in quanto il popolo ebraico aspettava e aspetta un UOMO-CONDOTTIERO capace di condurlo alla conquista della supremazia sui nemici.!!???

Il messaggio di GESU’ è RELIGIONE. VERA RELIGIONE che poco poco seguita darebbe all’italia la PATENTE di NAZIONE CIVILE. Il DE GASPERI, ALDO MORO, LA PIRA hanno dato un breve saggio di come si esercita LA POLITICA.Purtroppo è stato un breve periodo che non ha avuto seguito e oggi viene visto come una lontano quanto felice parentesi di questa POVERA ITALIA in cui oggi operano uomini come Matteo Renzi, che in dispregio del VANGELO gli preferisce la COSTITUZIONE ITALIANA scritta si con tanta buona volontà e apparente saggezza ma malamente applicata da quell’infinita marmaglia di FURBI quanto IDIOTI che non fanno che ripetere sempre lo stesso ritornello di operare per il BENE COMUNE e che hanno introdotto la SODOMIA degna di essere riconosciuta come un VIZIO DI STATO e non una libera pratica al limite della sopportazione.

I movimenti ideologici che si spacciano per RELIGIONI vanno banditi e messi fuori legge.
Avete mai sentito un rappresentante della CRISTIANITA’ arringare i fedeli istigandoli alla violenza contro qualcuno.? A farsi esplodere onde eliminare i diversi e gli oppositori?
Ebbene l’OCCIDENTE deve prendere coscienza di queste distorsioni inammissibili e difendere con energia e chiarezza la sua cultura,RIVALORIZZARE il CRISTIANESIMO, la sua tradizione religiosa la sola capace di aprire orizzonti infiniti di LIBERTA’e di vera PACE. La sola che tollera, perdona e redime il più scellerato e incallito peccatore nell’ultimo respiro della sua vita, ma che non può nè deve piegarsi a riconoscere ogni sorta di deviazioni, quest’ultime fatte rientrare come libertà inalienabili del singolo che fanno apparire la IDEOLOGIA MUSULMANA, ancorchè un’arcaica medicina, un toccasana per riaffermare quel mondo di VALORI che il decadente OCCIDENTE, oltremodo permissivo, ha perso imboccando una strada che porta dritti verso il baratro. Un deciso no alla POLITICA e al surrogato di religione che si bea e si veste di potere. Un si deciso alla riscoperta del VANGELO del GESU’ che è un invito a praticare tutto cio che è RAZIONALE, la sola via che può contrastare i falsi profeti e far regnare la pace tra i popoli.

.
25giugno2016

mag 29, 2016 - Senza categoria    No Comments

IL VANGELO UN LIBRO DA ADOTTARE COME COSTITUZIONE DEI POPOLI

“Ho giurato sulla Costituzione e non sul Vangelo”.Il solito sproloquio di Renzi, attuale Presidente del Consiglio , Segretario del PD il partito che nell’ultima consulta elettorale ha avuto dagli italiani la maggioranza dei voti.
Andando un pò indietro nella storia, il Presidente della Repubblica garante della Costituzione ha pensato giustamente di incaricare un esponente del partito vittorioso. E al tempo il Sig. Letta ha avuto l’incarico di Presidente del Consiglio che ha esercitato senza lode e infamia per un certo periodo. L’Italia come si sa viveva e tutt’ora vive un momento di RECESSIONE e anche di DEPRESSIONE. I consumi sono crollati per l’INCAPACITA’ cronica degli incaricati a gestire questa Povera Italia.
A innescare tale crisi è stato, per primo, il professerone bocconiano Monti, a cui tutti gli Italiani guardavano con simpatia come l’uomo, come lo Statista di levatura, non legato a nessun partito. Il Monti era diventato il più accreditato per operare tutte le riforme utili per eliminare le tanto IMMANI disuguaglianze conseguenza dei PRIVILEGI che la classe BUROCRATICA si era dotata in 70 anni di REPUBBLICA. Una Repubblia gestita non dalla volontà del popolo bensi’ da una ristretta Oligarchia che in nome della COSTITUZIONE compie ogni genere di misfatti amministrativi come quella di distruggere la classe degli imprenditori,i soli produttivi e vittime designate e disarmate per mantenere un sistema PARASSITARIO concentrato a crearsi Privilegi. E guarda caso la stessa Corte Costituzionale , anch’essa un perfetto e un inutile ramo secco e IMPRODUTTIVO, ha consacrato i DIRITTI ACQUISITI INTOCCABILI mentre il paese Italia lentamente, inesorabilmente, sprofonda.
Difronte a una situazione cosi ESPLOSIVA il giovane quanto buono e onesto Letta di più non poteva fare se non curare le ferite di una Italia in agonia. E’ una situazione al collasso, consapevole il popolo e anche tutta un’opinione pubblica,di televisioni e giornali che tutti i giorni fanno da cassa di risonanza a un malessere ormai Istituzionalizzato e che ha solo urgente bisogno di un altro medico. Infatti la situazione economica e sociale in completa caduta libera esigeva un intervento più deciso, un pronto intervento , competente e coraggioso. che a dire il vero esisteva come progetto chiuso nel cassetto del giovane Renzi che con la sua formula di ROTTAMAMIAMO il vecchio aveva più volte dato agli italiani l’idea e la speranza di un cambiamento radicale. Quindi via il compassato Letta per far posto al più dinamico e promettente Renzi col suo SLOGAN.
Son passati tanti anni ma i disagi che affliggono questa povera italia sono sempre gli stessi. La BUROCRAZIA non ha subito nessun ridimensionamento continuando a vivere come prima , sprecona e sbruffona alle spalle del lavoro di tanti italiani che sudano e arrancano. E quando il lavoratore autonomo non ce la fa più può anche abbassare la serranda con una BUROCRAZIA noncurante e sicura di spadroneggiare in quanto c’è sempre pronto un qualche altro cittadino, disperato quanto fesso e coraggioso, a rialzare quella serranda.
Il giovane Renzi parla sempre, giustificando tutto. I TRUFFATORI circolano a piede libero.Il modello tradizionale di famiglia non esiste più. E’ stato rottamato sostituendolo con la CANIZZAZIONE.
E quando la maggioranza degli italiani, attraverso i sondaggi disconoscono e contraddicono le decisioni dei PARLAMENTARI, allora il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO della Repubblica Italiana si giustifica di AVER GIURATO SULLA COSTITUZIONE E NON SUL VANGELO. Un’affermazione alquanto ridicola quanto affrettata che non si può non considerare del tutto infelice , di persona che non sa che il Vangelo racconta la vita e il pensiero di un uomo che è vissuto 2000 anni fa e che ha dato la vita per i suoi ideali avendo vissuto in povertà in dispregio di molti appariscenti beni terreni. Era un uomo coerente che dava fastidio al potere e agli ipocriti. Era un eroe in difesa della GIUSTIZIA. Predicava la POVERTA’ e l’ALTRUISMO. E’ il primo che ha formulato il concetto degli uomini tutti uguali, eliminando la SCHIAVITU’. Era molto severo con gli uomini che non praticavano la VIRTU’, la SPIRITUALITA’ e che privilegiando le cose materiali innescano tutta quella serie di ingiustizie sociali che sono la vera morte di un paese civile. E voi e tu caro giovane Renzi cosa hai portato di nuovo? Al popolo piaceva la tua formula , ROTTAMARE. Forse noi popolo abbiamo capito male se continui ad ascoltare uno dei più grandi parassiti che ha vissuto di politica facendoci intendere che è un grande uomo!!!??? Che presa in giro. Lui novantenne percepisce decine di migliaia di euro per un lavoro di Presidente, per una investitura per una rappresentanza STUPIDA quanto inutile e che serve solo a mantenere e dirigere l’immane BUROCRAZIA.
Ora caro Renzi, tu ti vanti di aver giurato sulla COSTITUZIONE come i tanti politicanti che si sono succeduti in 70 anni di Repubblica. Mi chiedo se tu l’hai mai letta, soprattutto mi chiedo se ne hai capito il senso, il contenuto.Se l’Italia versa in queste condizioni socio-economico cosi drammatiche è conseguenza dello stravolgimento delle indicazioni dei padri costituenti .
Ora spiegarti LA COSTITUZIONE è troppo lungo per cui ti dico che se segui il VANGELO è più facile. E si caro RENZI, il VANGELO è più diretto ,più chiaro e faresti un figurone con il POPOLO. Come è pur vero che ti faresti tanti nemici. Tanti, tanti che probabilmente finiresti essere crocifisso. Se hai sentimenti eroici ci riuscirai, ma se sei un pusillamine come i tanti tuoi amici saremo punto e a capo. E allora caro RENZI lascia il potere e vieni a ingrossare le fila di chi si astiene in attesa di un Messia tutto italiano che si adoperi a ripristinare quei valori naturali e semplici che dicono:
1)E SE LA TUA MANO DESTRA TI E’ OCCASIONE DI SCANDALO , TAGLIALA E GETTALA VIA DA TE; CONVIENE CHE PERISCA UNO DEI TUOI MEMBRI, PIUTTOSTO CHE TUTTO IL TUO CORPO VADA A FINIRE NELLA GEENNA.—–
2)Quello che Dio ha congiunto, l’uomo non lo separi”.
3)Chi ripudia la propria moglie, le dia l’atto di ripudio; ma io vi dico: chiunque ripudia sua
moglie, eccetto il caso di concubinato, la espone all’adulterio e chiunque sposa una ripudiata, commette adulterio.

4)Avete inteso che fu detto agli antichi: Non uccidere; chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio.
Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio.

5)Non commettere adulterio; ma io vi dico: chiunque guarda una donna per
desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore

Ma guai a voi, ricchi, perché avete già la vostra consolazione.
Guai a voi che ora siete sazi, perché avrete fame.
Guai a voi che ora ridete, perché sarete afflitti e piangerete.
Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi.

Emblematica quanto poveretta è la Boldrini quando parla di immigrati specialmente musulmani considerandoli una risorsa perchè portatori di valori e di principi che l’occidente ha smarrito. Non sa la Boldrini e anche Matteo Renzi che la vita dei musulmani è improntata sulle regole non modificabili del CORANO? E che la nostra miserabile vita sociale in cui i TRUFFATORI,gli ASSASSINI di bambini e di donne, i VENDITORI DI DROGA, i LADRI, gli OCCUPANTI delle CASE ALTRUI, ogni genere di piccola criminalità diffusa trovano spazio, tolleranza e ragion di esserci, naturalmente con la compiacenza della COSTITUZIONE e non del VANGELO? La solita predica del fariseo e dell’ipocrita che parla solo per dire qualcosa. Girato canale non ha problemi di dire l’opposto . Forse che noi Cristiani non abbiamo i valori e non vorremmo praticarli? Purtroppo le migliaia di leggi condivise dalla Boldrini e compagni contrarie al Vangelo, proposte come utili per il progresso hanno portato in 70 anni di Repubblica alla più completa confusione e disatro sociale.

Lo so , caro politicante Renzi che la tua categoria non crede in tali principi e punizioni. Lo so che è impossibile seguire e giurare sul VANGELO e allora è meglio giurare su un libretto più facile, sulla COSTITUZIONE che si presta maggiormente a essere disattesa. Però caro RENZI quasi tutto il POPOLO ne ha le scatole piene di voi che insistete a promulgare leggi contrarie alla sua volontà, a favorire lo sfascio delle famiglie e la circolazione della droga, a mantenere l’ILLEGALITA’ e a stravolgete la vita della maggioranza degli italiani perdendo tempo a legalizzare comportamenti di una minoranza annoiata e deviata e per questo amorevolmente da curare.

mag 19, 2016 - Senza categoria    No Comments

Pannella ottantaseienne sta male!!!???

E chi se ne frega. Perchè scomodare i telegiornali per questa notizia superflua. Tutti sappiamo che la morte fa parte di una legge naturale che prevede il normale avvicendamento. Quanti italiani tutti i giorni si ammalano?Quanti bambini muoiono di malattia.? E si che questo ultimo fatto dispiace in quanto tali eventi luttuosi precoci possono aver privato l’umanità di un grande chirurgo, un profeta,un grande scienziato, uno scopritore che avrebbe dato all’umanità un qualcosa per migliorare la vita in questo maltrattato pianeta.
Ma di Pannella sappiamo tutto. Sappiamo che è vissuto da mantenuto. Che non ha mai versato un centesimo. Non ha mai prodotto nulla se non teorie di uomo sapiens utopistico quanto depravato. Istigato alla ricerca di una libertà permissiva che ha approdato alla disgregazione di una società ,quella italiana. Disgregato le sue tradizioni di ispirazione cristiane che erano fatte di piccole cose come quella di credere nella famiglia primo nucleo fondante della Repubblica Italiana, di considerare i figli una risorsa, un investimento per i genitori che invecchiano. La famiglia il primo stadio di educazione civica, di formazione alla lealtà, al rispetto, alla fraternità,alla uguaglianza. La famiglia, un istituto vero, primo interessato perchè i figli pratichino ogni genere di virtù come lo sport e anche un sicuro incentivo alla crescita culturale.
Forse che il Sig. Pannella è stato lungimirante nel proporre veri obiettivi di crescita sociale dentro la quale ogni cittadino si ritrovi a vivere secondo un ordine che tutti gli uomini si aspettano? Certamente no Il concetto di famiglia non esiste più e per lo più è paragonabile a quello in uso tra i cani.
Sostenitore della libera circolazione delle droghe, assertore dell’aborto e dell’ abolizione della pena di morte e di quant’altre libertà dannose che cosi accoratamente pubblicizzate hanno portato il paese italia alla completa confusione delle coscienze più deboli e influenzabili.
Pannella , un mistificatore, un truffatore che per sessanta anni ha vissuto alle spalle di noi cittadini produttivi percependo emolumenti importanti. Sessanta anni predicando idiozie come quella di NON TOCCATE CAINO.
E si che anche i giudici norvegesi diventano ridicoli e altrettanto confusi in materia di DIRITTI, non so se se trascinati dall’effetto della predicazione del ns sconsiderato Pannella , difendendo un assassino dagli ipotetici maltrattamenti a cui veniva sottoposto dai suoi carcerieri. 90 bambini dimenticati che aspettano non giustizia ma vendetta, 90 volte vendetta tante quanto i bambini ormai giacenti senza vita, 90 vite gioiose di vivere spezzate da un depravato. Di fronte a tale atto quale giustificazione? Quale il senso, lo scopo di mantenere in vita un tale essere? Certamente una tale ostinazione è solo un effetto di una cultura e di una civiltà di merda che coltiva solo mostruosità.
NON TOCCATE CAINO? Una propaganda un INCENTIVO ad ammazzare, ad uccidere esseri innocenti, docili,pacifici a cui si vuole negare il diritto di gridare per avere giustizia contro l’assassino che si è permesso di sentenziarne la morte. Stupido Pannella è cosi importante la vita di un assassino? Come detto sopra muoiono bambini e giovani di grande avvenire e tu , per sessanta anni strombazzi sulla necessità di tenere in vita un uomo che ha distrutto altre vite innocenti.
Non vendetta si chiede ma GIUSTIZIA. Quale la tua giustificazione che a me neghi la vita mentre tu puoi continuare a vivere ed essere ospitato in un carcere super lussuoso col diritto di un lavoro sicuro alla faccia di tanti disoccupati, di percepire una pensione alla faccia di tanti cittadini,che possa incontrare i tuoi amici, guardare la televisione, fare sport,leggere etc.etc. per poi, per buona condotta uscire dal carcere?. Un bell’imbroglio, o Pannella, con te sponsor a difesa di assassini di bambini e di donne.
Per questi ultimi che non possono farlo grido io: stronzo magnaccia.
Comunque caro Pannella , se tu fino adesso sei stato il maestro dei truffatori e il principe della diffusione delle barbarie abbi coraggio e fai atto di pentimento. Tu , con due tumori che certamente ti faranno soffrire, perchè non ti applichi la DOLCE MORTE tanto sbandierata per gli altri? Hai mai pensato che togliendoti di mezzo assieme ai tuoi innumerevoli amici politicanti vecchi-mummificati dareste un incentivo ragguardevole alle unioni familiari e dare un aumento di stipendio ai tanti giovani lavoratori?.Ricorda che in questa terra nessuno è indispensabile e se tu apprezzassi questo principio di giustizia la società italiana risparmierebbe evitando di spendere a mantenere in vita quell’immenso numero di assassini di bambini e di donne indifese .

apr 3, 2016 - Senza categoria    No Comments

QUANDO UNA RELIGIONE DIVENTA IDEOLOGIA

Quando una religione diventa ideologia

Se e’ vero che noi italiani abbiamo il vizio di piangerci addosso, non possiamo non indicarne un responsabile e affermare che tale anomalia deriva dalla nefasta conseguenza di avere una classe politica non all’altezza dei compiti assegnatagli dal popolo. E indubbio che tutto l’ occidente Europeo è nel mirino dei cosidetti jihadisti il cui programma di guerra fatta di violenza e di minacce si sta sempre di più materializzando attraverso stragi di cittadini innocui e innocenti. Ho visto i servizi di telegiornali inneggianti ai provvedimenti imposti per la sicurezza nei luoghi più frequentati di Milano e di Roma. Ho sentito le interviste di visitatori tutti favorevoli al sistema adottato che però non ho potuto fare a meno di non condividere e anzi ritenerlo pericolosissimo in quanto è un ulteriore occasione per i terroristi a compiere massacri. Se infatti se da una parte si tutelano i luoghi sacri attraverso i giusti controlli, dall’altra si crea una lunga fila che potrebbe essere un invito agli attentatori per infiltrarsi e compiere l’estremo gesto di martirizzarsi convinti di meritarsi ‘l’agognata ricompensa come descritta da maometto nel corano libro scritto sotto dettatura di allah!!!!!. Povero Allah strattonato da destra e sinistra da improvvisati e maniaci stregoni capaci di catalizzare un’immensa platea per lo più composta di giovani influenzabili e alla ricerca di una identità che ancora in fermentazione tumultuosa non si accorge di assorbire le velenose sostanze di un ambiente che, la società evoluta, non riesce a sanificare perchè ormai deteriorato da una moltitudine di barbarici sermoni pieni di gaglioffate , utopistiche quanto maniacali promesse che neanche il mio asino noncrede più perché facenti parte del tempo delle streghe e degli stregoni.
Ora la mia perplessità sulla inutilità di tali misure di sicurezza nascono dalla mia personale esperienza che da molto si adottano anche negli aeroporti.
Infatti se ci guardassimo attorno potremmo andare a lezione e imparare dagli israeliani e copiarne il sistema che in fatto di attentati ne sanno qualcosa più di noi e pure ci convivono.
Innanzi tutto è fondamentalmente errato considerare tutti gli uomini pronti a farsi esplodere o portatori di ordigni nelle loro valige.
I controlli fatti a campione in diverse fasi e prima che si formi una fila è il modo più idoneo e sicuro per dissuadere. Inoltre direi anche che da questo gruppo di possibili attentatori bisogna defalcarne tutti gli occidentali.. Ora se certi provvedimenti restrittivi sono entrati in funzione dopo l’attentato alle torri gemelle, trovo ridicolo controllare o cestinare la boccetta di profumo di una bella e distinta signora truccata evidente segno che nel suo cervello non c’è posto alle idiozie di maometto. La nostra educazione di occidentali è tutta proiettata al rispetto della vita sia per motivi religiosi che filosofici. La vita è sacra in quanto solo il nostro Dio ne è il proprietario e solo Lui ne può decidere la fine anche in presenza di malattie irreversibili che producono sofferenze indicibili. All’ incontrario sono da ritenere dubbi e quindi da controllare i seguaci di maometto che sempre con maggior frequenza, negli stati a maggioranza islamica, compiono stragi contro qualsiasi altra minoranza reliogiosa. E una regola che si sta imponendo e che i musulmani cosi detti moderati non osano nè criticare nè contrastare. E’ innegabile che e’ in atto un lento e irrefrenabile sterminio dell‘infedele, del corrotto. Tutti gli uomini sono invitati ad adeguarsi alla volontà di allah che per mezzo del suo unico profeta maometto ha dettato una serie di regole racchiuse nel libro del corano che erroneamente viene proposta come una religione ma che nei fatti risulta essere una idelogia, un potere che contempla un sistema di vita a cui nessuno può sottrarsi e che non può essere nè cambiato nè aggiornato. E’ un dato di fatto raccontato dagli stessi musulmani che convertiti ad altra religione ne descrivono il percorso fatto a rischio della propria vita . Di fronte a questi dati cosi evidenti,ancora noi ingenui occidentali pensiamo a come integrarli? A renderli democratici, a insegnargli i valori di Montesquieu, di Rousseau, di far ascoltare la musica di Beethoven,di Rossini, di far apprezzare le opere architettoniche e pittoriche del ns rinascimento?

mar 13, 2016 - Senza categoria    No Comments

il cervello umano superiore a Quello di Dio?

Oggi si parla di UNIONI CIVILI , di UOMO DI GENERE, di LIBERALIZZAZIOPNE DELLA DROGA. Domani chissà quali altre proposte penserà di inventarsi questo UOMO, sempre scontento , mai appagato e in continua concorrenza e conflitto con la natura. Proprio cosi perché tutti i progetti dall’uomo pensati e portati avanti risultano poi essere un disastro e dannosi per sé e per la stessa Natura di cui è figlio, per cui la Terra sempre più diventa non un luogo di gioia ma , per molti uomini, un luogo infernale dove si compiono e si subiscono impunemente ogni genere di misfatti. L’uomo nonostante sia dotato di CERVELLO con la capacità di ripensare se stesso , di indagare e di modificare la Natura che lo circonda, di conoscere e distinguere il BENE dal MALE è portato a compiere sempre gli stessi gesti autolesionisti a cui non riesce mettere nè freno né riparo. Veramente l’uomo come dice la Bibbia è un MALEDETTO da DIO?. Questo è quanto viene riportato nel racconto a cui si rifanno le religioni monoteiste.
Molti di noi occidentali considerano la Bibbia come un libro con scopo DIDATTICO e anche se i contenuti si fanno risalire a millenni A.C. ciononostante le sue indicazioni risultano maledettamente intramontabili e di disarmante attualità. E allora viene spontaneo pensare sulla necessità di riscoprire tali testi, rileggerli e cercare di applicarli dal momento che l’uomo POLITICO specialmente ITALIANO , per i motivi che sappiamo , riesce, attraverso le sue leggi moderne a rendere invivibile la vita del Popolo italiano . I monoteisti Ebrei e quelli Musulmani , a differenza di noi occidentali seguaci della predicazione del Nuovo Testamento, hanno verso i testi biblici un rispetto assoluto, anzi si fidano sull’attendibilità considerandolo un libro ispirato, divino , inconfutabile pieno di verità eleggendolo come guida e fonte di ispirazione applicandone alla lettera le regole. Il potere politico del Popolo ebraico guarda con riverenza il RABBINO CAPO che viene considerato come un supervisore attento che ogni legge proposta dai governi non sia in contrasto col racconto biblico come pure avviene presso gli stati musulmani dove ancor più si evidenzia la sudditanza all’indirizzo e stile di vita imposto dal Corano.. Ora non so dire se il racconto biblico di ADAMO ed EVA sia veramente un fatto avvenuto. Comunque sia l’affermazione che Adamo ed Eva vivevano una condizione perfetta , di non dolore e che erano stati creati UOMO e DONNA avendo in eredità la Terra dove trovavano sostentamento la dice lunga sulla ostinazione dell’ uomo di cambiarne lo stato originale. E’un dato incontestabile che tutta la Natura vive una condizione di perfetto equilibrio. Solo con la comparsa dell’uomo si verifica un fatto nuovo che tende a modificare e scompaginare quell’ordine che regna nel mondo vegetale e animale dove tutto vive e si rinnova secondo un ciclo stabilito senza contestazioni. Questo racconto di autore sconosciuto ci dice, anche, che l’ uomo sia l’inventore del MALE perennemente proteso alla conquista e possesso di cose in quanto suo malgrado dovrà lasciare. La conoscenza del BENE e del MALE certamente è un campo di valore assoluto che appartiene a un CERVELLO DIVINO e quindi ingestibile dal CERVELLO UMANO. Arrivati a questo punto all’uomo non rimane che ritornare sui suoi passi e cospargersi la fronte di cenere e accontentarsi di “ciò che gli passa il convento” e possibilmente scriversi sulla fronte la frase degli antichi romani “ momento mori” e cioè “ricordati che devi morire” raccomandazione rivolta ai generali trionfatori perché non si illudessero per le vittorie conseguite sul nemico.
Il CERVELLO dell’uomo quindi è quello che è.
Ieri l’introduzione del divorzio doveva dare alla società più stabilità. La parità dei sessi più autonomia e più libertà. Oggi,specialmente in Italia, si vedono gli effetti negativi e devastanti con una gioventù che si ritrova intimorita , impaurita dai tanti strumenti di falsa libertà sbandierati come DIRITTI FONDAMENTALI..
Una infinità di falsi profeti, purtroppo, imperversano liberi di predicare idiozie. Ascoltati e seguiti da una immensa platea con la promessa di una vita migliore ma ahimè molto simile a quella di Pinocchio nel mondo dei balocchi.
Oggi si parla anche di UOMO DI GENERE , altra teoria non necessaria da considerare aberrante frutto del cervello umano che addirittura la si vuole introdurre nelle scuole. Una teoria che certamente è partorita dal solito cervello DEMENTE la cui intenzione è palese e che mira a confondere le coscienze deboli e influenzabili. Un’ altra droga che può diventare utile a cittadini annoiati in cerca di motivazioni e nuove emozioni per riempire il vuoto del tempo che passa inesorabilmente.
Perversa quanto sia, non tutto il male viene per nuocere in quanto questa teoria, potrebbe essere la benvenuta, solo se applicata nel verso giusto e che diventerebbe un toccasana alla schiera di uomini sbandati col problema di identificarsi sessualmente. Accettarsi come mamma ci ha concepito risolverebbe il problema di una società che sempre di più sta perdendo la consapevolezza del suo ruolo in questo pianeta.
Ma anche altri fatti raccapriccianti come quella compiuta dai quei ragazzi annoiati che hanno pensato di UCCIDERE un proprio simile solo per fare l’esperienza dell’ “ EFFETTO CHE FA”. Insomma il cervello dell’uomo sembra non avere limiti, onnipotente nel combinare disastri. E si vede perché i disastri che compie di ogni genere sono li tutti protesi a complicarsi la vita e alla propria distruzione. Ma Dio anche se ha maledetto l’uomo pentendosi di averlo creato ha anche promesso di non distruggerlo nonostante le sue maniache disubbidienze e atti di ribellione.

mar 11, 2016 - Senza categoria    No Comments

Lettera ai simulacri non solo inutili quanto dannosi della Republica Italiana

Da genitore preoccupato per il futuro dei ns figli non posso esimermi da una riflessione che immagino sia condivisa da altri cittadini.
Si da notizia di Ciampi ,novantenne, che sta male. Il presidente della Repubblicca ,Napolitano, si dice preoccupato della sua salute.
Ecco uno dei tanti quadretti ridicoli di questa Italia ipocrita e allo sbando.
Non sarebbe ora invece felicitarsi che i tanti SEPOLCRI IMBIANCATI propostisi ad amministrare promettendo inutilmente di rimuovere ogni ostacolo per il bene della nazione, lascino ai giovani ?
30 mila euro mensili tolti a un simulacro , non credete sia un investimento elargirlo a una coppia con l’ambizione di crearsi una famiglia.?
Dott. Brigaglia , Lei è persona colta, viviamo in un Paese catalogato Cristiano, in più ,quasi da sempre governato dalla sinistra i cui principi e progetti si rifanno alla Costituzione che tutto sommato, specialmente nei primi articoli , non si discosta dalle raccomandazioni Vangelo. Ma ahimè, da che mondo è mondo , l’uomo predica bene ma razzola male. Non è una novità, è una costante. La Democrazia Cristiana ha governato come pure la sinistra che si vanta in continuazione di volere uno stato etico. Ma dov’è l’uguaglianza? Perché tanta discriminazione e disparità costringendo una intera nazione alla povertà per lasciare intatti i privilegi di questa massa di disOnorevoli che continuano a interessarsi a legiferare in cose inutili.?
Giuseppe tilocca

N.B:luglio 2014 inviai lettera alla Nuova Sardegna.Presumo che non sia stata pubblicata dato il forte contenuto di disprezzo verso tutti gli uomini del potere super pagati per il DANNO CHE ARRECANO al popolo Italiano.

Pagine:12»